Raccolta funghi

Funghi freschi spontanei - controllo di commestibilità e vendita

Con il termine “funghi freschi spontanei” si intendono i funghi che crescono e vengono raccolti nel loro ambiente naturale (boschi, prati, ecc…) per il consumo immediato o a breve termine, senza subire cioè trattamenti di conservazione. La raccolta, la vendita e il controllo di tali funghi sono regolati da specifiche leggi.
I funghi coltivati invece sono assimilati, come legislazione e controllo, ai normali prodotti ortofrutticoli.
I funghi spontanei possono rappresentare un grande pericolo per la nostra salute. Molti sono velenosi e alcuni possono causare avvelenamenti anche molto gravi, talora con rischio di morte. Per questo motivo è importante la massima prudenza quando si decide di mangiare dei funghi che abbiamo raccolto, ed è bene avvalersi dell’aiuto assolutamente gratuito dei micologi in servizio presso le Aziende Sanitarie, portando a controllare i funghi. I micologi sono persone che hanno seguito studi specifici e superato esami per potere riconoscere i funghi e sono iscritti a un Registro Nazionale dei micologi.
Nelle ASL, il personale con la qualifica di micologo si occupa di:

  1. riconoscere la commestibilità dei funghi freschi spontanei raccolti dai privati;
  2. certificare i funghi freschi spontanei destinati ad essere venduti al dettaglio (la certificazione dei funghi freschi spontanei prima della vendita è obbligatoria);
  3. esami di idoneità (obbligatori) per coloro che intendono vendere funghi freschi spontanei.

Inoltre i micologi intervengono nei casi di sospetta intossicazione da funghi come supporto agli ospedali per il riconoscimento dei funghi coinvolti. Effettuano infine interventi informativi presso le scuole per aumentare la cultura di prevenzione delle intossicazioni da funghi.
Per quanto riguarda i funghi spontanei venduti nei negozi o nei mercati di paese, è bene sapere che ogni confezione con funghi (cestini o piattini o cassette, contenenti funghi delle medesima specie) deve sempre essere accompagnata da un certificato di commestibilità che deve contenere: data di emissione, nome del fungo, firma del micologo dell’ASL o di un’azienda alimentare e timbro identificativo.
Il certificato deve essere consegnato insieme ai funghi venduti (chi compra lo deve esigere).

Sedi e orari SIAN - Ispettorato micologico

SEDE
ORARIO SU APPUNTAMENTO
COME PRENOTARE
Rivoli

via Balegno n. 6, 3° piano

dal lunedì al venerdì
ore 14 – 15
telefonicamente ai numeri
011 9551760 – 761 – 757
ore 9 – 12
Pinerolo

strada Bignone n.15

dal lunedì al venerdì
ore 14 – 15
telefonicamente al numero
0121 235411 – 5400
ore 9 – 12

FAQ - Argomenti di interesse per l'utenza

Modulistica